Al Policlinico si è ragionato su alcuni temi affrontati nel corso aziendale organizzato dall’IPAS Comunicazione-URP e Ufficio Stampa

L’evento

L’evento ha permesso ad un nutrito pannel di esperti della nostra azienda ed ai giornalisti del territorio laziale di svolgere l’aggiornamento professionale (accreditato con Agenans ECM e Ordine dei Giornalisti del Lazio) ed è stato moderato dalla dott.ssa Manuela Astrologo, Capo Ufficio Stampa AOU Policlinico Umberto I di Roma,responsabile dell’evento.

Ad aprire i lavori, i Saluti istituzionali della Rettrice Antonella Polimeni portati dal Professor Domenico Alvaro, Preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria , Sapienza Università di Roma.
Un focus iniziale si è soffermato sul concetto di Intelligenza Artificiale (IA), su alcune nuove applicazioni (ChatGPT) che hanno spostato la IA dal piano fanta-immaginifico a quello della realtà concreta che tutti tocchiamo con mano.

E’ emerso che il campo sanitario nel prossimo futuro sarà uno di quelli maggiormente investiti anche in termini di risorse economiche e una vasta implementazione potrebbe portare notevoli progressi nella diagnosi predittiva, compresa la diagnosi precoce del cancro.
In questo contesto è necessario dunque formare una generazione di medici con competenze informatiche avanzate, per facilitare e avvicinare le nuove generazioni all’uso di certi strumenti.
Questo l’obiettivo a cui ha dato risposta la presentazione del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia “High Tecnology” della Prof.ssa Stefania Basili, Sapienza Università di Roma che ha sottolineato come: “ alla fine del Corso di Laurea ci sono medici , professionisti in grado di dialogare con gli sviluppatori, di guidarli dando loro delle specifiche, capaci di interpretare i dati e mediare queste conoscenze con gli altri colleghi medici”.

I temi della prima sessione hanno riguardato le applicazioni della IA in Medicina e Chirurgia con specifici contenuti che hanno toccato i diversi campi della medicina ed è stato spiegato come partendo dalla notevole potenza di calcolo acquisita dalle nuove macchine si sono sviluppati sistemi di IA di nuova generazione basata su dati con tecniche di apprendimento automatico che hanno prodotto applicazioni avanzate nell’imaging nel campo della diagnostica, nel rilevamento e nella caratterizzazione delle neoplasie del tratto gastrointestinale superiore, che nel caso specifico, sono basati su algoritmi di deep learing che consentono l’estrazione automatica delle caratteristiche in “entrata” richieste per il riconoscimento delle lesioni.

E’ stato illustrato dalla professoressa Valeria Panebianco un progetto Sapienza che ha come obiettivo lo sviluppo di nuovi percorsi di tipo predittivo, diagnostico e terapeutico con approccio non invasivo o minimamente invasivo delle patologie di riferimento, quali del tumore del colon-retto metastatico, della patologia neoplastica del fegato, delle vie biliari e del sistema nervoso centrale, del diabete di tipo I e della sclerosi multipla, all’insegna della precisione, dell’accessibilità e del costo-efficacia, che hanno come denominatore comune un alto impatto sul SSN e di conseguenza su tutta la popolazione, sia quella affetta dalle stesse, sia dalle persone vicine al malato. Di conseguenza il progetto promuoverà lo sviluppo di modelli predittivi, diagnostici e terapeutici innovativi, avvalendosi delle tecnologie digitali più avanzate, rappresentate da algoritmi di Intelligenza Artificiale allo stato dell’arte, dispositivi e sensori indossabili.

Successivamente sono state affrontate le questioni medico legali ponendo l’accento sulla necessità di trovare un giusto equilibrio tra un affidamento eccessivo e un pregiudizio contro la macchina tra il medico che si fida troppo e quello che non si fida abbastanza affinchè possa prevenire un utilizzo disfunzionale della tecnologia.
Particolare attenzione è stata posta alle preoccupazioni circa le minacce alla privacy e alla sicurezza, evidenziando come i rapidi progressi nell’intelligenza artificiale richiedano robusti regolamenti che anche in Europa debbono essere implementati, così come dichiarato nel Libro Bianco sulla Intelligenza Artificiale EU. E proprio nelle stesse ore la Commissione europea chiudeva la propria consultazione pubblica sui principi guida della IA.

La seconda sessione è stata pensata come un’occasione per discutere di come la crescente pervasività delle tecnologie basate sull’IA possa trasformare, arricchire e sfidare i giornalisti. In questo solco si è mosso l’intervento sul giornalismo “aumentato” e sul ruolo del giornalista virtuale nella divulgazione medico scientifica e l’IA , soprattutto nella lotta alle informazioni scientifiche false, dei rischi che queste comportano, delle azioni per combatterle.

Tutte le riflessioni dei esperti hanno tenuto conto del fatto che le istituzioni hanno la responsabilità di diffondere notizie accessibili, trasparenti, tempestive utilizzabili, credibili e affidabili, pertinenti e comprensibili e, pertanto la proposta contenuta nella relazione finale di applicare la tecnologia blockchain , quel meccanismo di database avanzato che permette la condivisione trasparente di informazioni all’interno di una rete aziendale, per la certificazione delle informazioni nella Pubblica Amministrazione è stata ritenuta una preziosa garanzia che possa soddisfare i giornalisti e le persone.

I lavori si sono chiusi a fine mattinata dopo la discussione e le conclusioni della dott.ssa Maria D’Amico portavoce del Direttore Generale AOU Policlinico Umberto I.

https://youtu.be/EKU6ePxIBPk

Queste informazioni ti sono state d'aiuto?
Si No

Altre notizie

Inaugurazione del “Giardino di Emma”: un progetto di Emmaland ed Ospedali Dipinti®

16 aprile 2024 – Istituto di Neuropsichiatria Infantile «Giovanni Bollea». Partecipa l’autore Silvio Irilli

SCOPRI leggi di più
Sesto appuntamento con “Gli incontri di Palazzo Baleani. La salute declinata al femminile”

Sabato 6 aprile 2024 nuovo appuntamento nell’ambito dell’iniziativa della Sapienza e del Policlinico Umberto I per promuovere la consapevolezza e la corretta informazione nell’ambito della medicina di genere

SCOPRI leggi di più
Accademia Medica di Roma. “Overcoming the obstacles faced by neoantigen cancer vaccines”

Mercoledì 3 aprile 2024 ore 16.00 presso l’Auditorium Prima Clinica Medica

SCOPRI leggi di più
Dolcezza e solidarietà per i piccoli ospiti del Policlinico

Anche quest’anno le studentesse e gli studenti dell’Associazione Studentesca “Vento di Cambiamento – Fenix” hanno donato le uova di Pasqua ai piccoli ricoverati

SCOPRI leggi di più
Question Time: nuovo Codice e digitalizzazione degli appalti, criticità e dubbi

Policlinico Umberto I. Convegno A.E.L. Associazione Economi della Sanità del Lazio

SCOPRI leggi di più
Merenda di Pasqua per i bimbi della pediatria

Merenda dolcissima con ovetti e dolci pasquali dall’Associazione Amici di Marco D’Andrea odv

SCOPRI leggi di più
Arrow Up