Il Policlinico Umberto I al centro dell’innovazione per la Salute del Futuro

Il Professor Carlo Catalano, Direttore della UOC Radiologia, ha illustrato i progetti inseriti nel Piano Nazionale Complementare.

L'Evento

Giovedì 26 ottobre presso l’Aula Odeion della Città Universitaria, si è tenuta la conferenza intitolata “La Salute del Futuro: L’Innovazione al Centro del Piano Nazionale Complementare.” Questo evento ha riunito esperti del settore sanitario e rappresentanti istituzionali per discutere sul futuro della sanità nell’attuale contesto digitale.

La conferenza è stata aperta con i saluti istituzionali di Maria Sabrina Sarto, Prorettrice alla Ricerca di Sapienza e Presidente della Fondazione D34Health.

 

https://youtu.be/EZdjIWhRtRI

Uno Sguardo dall'Europa - Marco Marsella

Il primo intervento della giornata è stato quello di Marco Marsella, Direttore Generale dell’unità DG Connect dell’Unione Europea, incaricata della direzione generale delle reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie in ambito medico. Il suo intervento è iniziato con l’illustrazione dei progetti avviati a partire dal 2018 per l’applicazione del digitale nel settore sanitario, progetti che pongono al centro l’importanza dei dati e dell’intelligenza artificiale.

Marco Marsella ha sottolineato come la raccolta e l’analisi dei dati siano fondamentali per guidare il paziente in tutte le fasi del percorso clinico, dalla promozione dello stile di vita sano e la prevenzione, fino alla diagnosi, al trattamento e alla fase di post-trattamento, evidenziando poi la necessità di alcuni elementi chiave per l’effettiva realizzazione, tra cui competenze tecniche e professionali, politiche dedicate, infrastrutture e risorse finanziarie.

Un aspetto cruciale emerso dall’intervento è il coinvolgimento attivo del paziente, che potrà accedere alle proprie informazioni sanitarie in qualsiasi momento, grazie a una cartella clinica digitale condivisa e sicura, accessibile in diversi paesi dell’Unione Europea attraverso lo scambio di dati primari e secondari.

Marco Marsella ha poi evidenziato come la pandemia del 2020 abbia accelerato notevolmente i progetti di digitalizzazione nel settore sanitario in particolare con firma dell’European Data Governance Act da parte di 25 paesi dell’Unione, che ha stabilito standard comuni per l’accesso ai dati genomici. Questi dati saranno funzionali alla creazione dell’European Health Data Space, un’infrastruttura digitale, attualmente in discussione presso la Commissione Europea che consentirà ai cittadini di accedere ai propri dati in un formato standardizzato comune e digitale.

Sono state poi illustrate le tre iniziative chiave nell’ambito del Piano Nazionale Complementare. La prima relativa alla raccolta di dati genomici in un quadro generale che considera aspetti etici, legali ed economici, con l’obiettivo di garantire la sicurezza dei dati al fine di incrementare la fiducia dei cittadini nei processi di digitalizzazione e raccolta delle informazioni. Passando poi al progetto di cancer imaging portato avanti dall’EUCAIM per promuovere l’innovazione e la diffusione delle tecnologie digitali nel trattamento e nella cura del cancro, al fine di ottenere un processo decisionale clinico più preciso e più rapido per i pazienti oncologici, attraverso la diagnostica per immagini e i trattamenti e la medicina predittiva.  Concludendo poi con l’illustrazione del programma European Virtual Human Twin che si inserisce nel più ampio progetto della medicina personalizzata con l’obiettivo, tramite i dati raccolti attraverso le infrastrutture digitali, di creare dei modelli predittivi in pazienti con predisposizioni genomiche simili al fine di migliorare la prevenzione.

Tutti i progetti illustrati sono sviluppati tenendo in grande considerazione i grandi vantaggi costituiti dall’intelligenza artificiale e della relativa regolamentazione nel contesto europeo attraverso la stesura dell’IA Act. Attualmente in fase di discussione, costituirebbe il primo progetto di regolamentazione dell’intelligenza artificiale.

 

https://youtu.be/h2VpOwGXXRc

Il progetto della Fondazione D34Health
Professor Carlo Catalano, Coordinatore scientifico
Professoressa Valeria Panebianco, Coordinatrice Spoke 3 D34Health, Sapienza

La mattinata è proseguita con l’illustrazione del lavoro della fondazione D34Health, introdotto dalla Professoressa Valeria Panebianco, Coordinatrice della sessione e dello Spoke 3. “Nella nostra ricerca ci dobbiamo credere, stiamo gettando le basi per raggiungere gli obiettivi fissati per il 2030 dal PNRR” ha dichiarato la Panebianco prima di passare la parola al professor Carlo Catalano, direttore del Dipartimento di Dipartimento di Scienze Radiologiche, Oncologiche ed Anatomo-Patologiche e Coordinatore scientifico del progetto. La fondazione si pone l’obiettivo di potenziare la ricerca in ambito medico attraverso lo sviluppo di tecnologie innovative e modelli bioingegnerizzati ottenuti attraverso un sofisticato progetto di data mining.

La Fondazione D34Health riunisce 28 partner, tra università pubbliche e private, istituti di ricerca e imprese, con l’obiettivo centrale di sviluppare i “Digital Twins”, rappresentazioni virtuali di pazienti o gruppi di pazienti basate su dati dettagliati. Questi modelli predittivi saranno utilizzati per migliorare la gestione delle patologie. Al momento, il progetto è focalizzato su cinque patologie specifiche: tumori del sistema nervoso centrale, carcinoma colon-rettale metastatico, cancro al fegato, diabete di tipo 1 e sclerosi multipla.

Il Professor Catalano ha illustrato le quattro fasi di sviluppo del programma, noti come “Spokes”. Il primo Spoke si concentra sulla raccolta e integrazione di dati clinici rilevanti in una piattaforma unificata, alimentando algoritmi di intelligenza artificiale. Il secondo Spoke mira a sviluppare una piattaforma per la raccolta di dati clinici grezzi e pre-elaborati per promuovere nuove scoperte nella ricerca medica, con l’obiettivo di migliorare diagnosi e prevenzione delle malattie tumorali.

Il terzo Spoke è focalizzato sullo sviluppo di tecnologie innovative, tra cui sensori indossabili e biomarcatori diagnostici, per migliorare la gestione delle patologie oncologiche ed autoimmuni. Utilizzerà l’IA e la modellazione matematica per creare soluzioni sanitarie avanzate, migliorando l’efficacia e riducendo i costi attraverso la partecipazione attiva di Confindustria e di diversi partner privati.

Infine, il quarto Spoke si propone di sviluppare modelli in vitro per pazienti con patologie specifiche. Oltre a fornire una valida validazione dei modelli digitali sviluppati nello Spoke 2, questo Spoke mira a fornire ulteriori dati biologici e informazioni derivate dai pazienti per esplorare scenari alternativi. Il risultato finale sarà una piattaforma tecnologica abilitante per il sistema sanitario, utile per fornire supporto alle decisioni cliniche migliorando diagnosi, terapie e riabilitazione.

Il progetto D34Health rappresenta una svolta significativa nell’innovazione medica e promette di rivoluzionare la gestione delle patologie, migliorando la vita dei pazienti e aprendo nuove prospettive per la ricerca medica.

 

https://youtu.be/lnpMB5oj7dM

 

Conferenza Integrale al seguente link:

Queste informazioni ti sono state d'aiuto?
Si No

Altre notizie

“3° INVICTUS DAY – MANDELA FROM ROMA CAPITALE 2024″ – Premiata la professione medica

18 luglio 2024 – Salone d’Onore del CONI. Premiati per il Policlinico, il Direttore Generale, Dr. Fabrizio d’Alba, e le Prof.sse Stefania Basili e Paola Andreozzi

SCOPRI leggi di più
“Il Goal della Vita” – Al via la III edizione

L’8 luglio una giornata speciale di incontri, formazione e solidarietà con la collaborazione del Policlinico Umberto I

SCOPRI leggi di più
Inaugurato nuovo blocco operatorio e riattivato il reparto di Oncologia e Oncoematologia pediatrica

Importante traguardo aziendale che rappresenta il nostro impegno continuo verso l’innovazione e l’eccellenza nel campo della medicina

SCOPRI leggi di più
Scienza e divulgazione: “Proteine nella dieta mediterranea”

Camera dei Deputati. Il Direttore della UOC Medicina Interna e Nutrizione Clinica Azienda tra i sei esperti

SCOPRI leggi di più
Quando lo sport è solidarietà: iniziativa di raccolta fondi per la ricerca sulla Sclerosi Multipla

Al via il Trofeo Orange cup – 1° torneo di tennis di doppio H-Integrato wheelchair

SCOPRI leggi di più
Concluso il convegno: “Approcci multidisciplinari e sfide terapeutiche nell’ipertensione portale al Policlinico Umberto I. Integrazione delle conoscenze per una gestione efficace”

Molti i temi su cui si sono confrontati gli esperti: patologia e complicanze, terapia medica, endoscopia, angiografia interventistica

SCOPRI leggi di più
In Clinica Pediatrica al Policlinico Umberto I è arrivata l’Estate!

L’Associazione Anymore ha consegnato palette, secchielli ed altri giochi per il mare ai piccoli pazienti della Pediatria

SCOPRI leggi di più
Giornata Nazionale AIL – Il 21 giugno si celebra la Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma

L’AIL Roma una realtà importante anche per il Policlinico Umberto I, da sempre a sostegno delle attività dell’Ematologia

SCOPRI leggi di più
Arrow Up