Benvenuti nel sito del Policlinico di Roma Umberto I
Vai direttamente al contenuto
Umberto I - Policlinico di Roma - Accesso Area Intranet

Referti online

06 9939 Nuovo numero servizio RECUP

Giornata europea del Numero Unico dell'Emergenza 112

Il diritto comunitario a protezione dei dati del cittadino europeo

Il 27 aprile 2016 il Parlamento europeo e il Consiglio d'Europa hanno approvato il "General Data Protection Regulation", in italiano "Regolamento Generale per la protezione dei dati", UE/2016/679.

Dalle iniziali del testo in inglese deriva l'acronimo "GDPR".

Il GDPR è entrato in vigore contemporaneamente in tutti i 28 Paesi aderenti all'Unione il 24 maggio 2016.

Il legislatore europeo ha previsto un termine di 24 mesi perché ciascun Paese e ciascuna organizzazione pubblica o privata operante nell'Unione potesse adeguare la propria organizzazione, le procedure e gli strumenti in modo tale da poter assicurare pari diritti ed eguale protezione dei dati ai 510 milioni di cittadini europei nel rispetto dei sei princìpi ispiratori della "Carta fondamentale dei diritti dell'UE": dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà, cittadinanza, giustizia.

A partire da venerdì 25 maggio 2018

il Regolamento ha trovato piena attuazione in tutti i 28 Paesi aderenti all'Unione europea.

Il GDPR ha stabilito norme relative alla protezione delle persone fisiche nel momento in cui sono trattati (raccolti, utilizzati, conservati, trasmessi) dati personali e ne ha regolamentato la libera circolazione all'interno della UE, nell'intento di proteggere i diritti e le libertà fondamentali della Persona.

Una particolare attenzione è stata rivolta ai dati richiesti all'assistito nel momento in cui necessita di servizi di diagnosi, cura o assistenza sociale poiché un'inadeguata protezione di tali dati, una raccolta con modalità inadeguate o un'utilizzazione non pertinente alle reali necessità informative, possono provocare danni irreparabili per la dignità della Persona e per il suo diritto all'autodeterminazione e alla riservatezza.

Linee guida del Regolamento sono la responsabilizzazione e la protezione.

La "privacy", seppure sia un'espressione molto utilizzata dai media, è una "semplice" conseguenza della corretta attuazione dei due principi cardine individuati dal legislatore europeo.

In quanto ho analizzato e modellato correttamente la mia attività e nella misura nella quale ho adottato idonee misure organizzative, tecnologiche, di indirizzo e di vigilanza, ho responsabilizzato gli operatori e sono in grado di proteggere adeguatamente i dati.

Dunque nelle pagine che seguono non faremo mai riferimento al termine "privacy", ma forniremo informazioni all'utente dell'ospedale circa l'organizzazione, i ruoli, i diritti e le modalità di esercizio previste dal GDPR e dal Codice per la protezione dei dati personali, per la parte tuttora in vigore perché non in contrasto con le norme comunitarie.

 


Torna indietro


Articolo creato il: 28/05/2018 10:48:29
Ultima modifica: 28/05/2018 11:27:18
Autore: Administrator