Benvenuti nel sito del Policlinico di Roma Umberto I
Vai direttamente al contenuto
Umberto I - Policlinico di Roma - Accesso Area Intranet

Referti online

06 9939 Nuovo numero servizio RECUP

Giornata europea del Numero Unico dell'Emergenza 112

Impara a fermare un'emorragia e salverai una vita

Si chiama 'Stop the Bleed'. E' la campagna lanciata dalla Società Italiana di Chirurgia d'Urgenza e Trauma (Sicut), insieme al capitolo italiano dell'American College of Surgeon (Acs), per sensibilizzare e formare i cittadini di ogni età e rango affinché nel caso si trovino ad assistere ad un evento traumatico possano intervenire con semplici mosse per controllare un'emorragia ed aiutare la vittima nell'attesa dei soccorsi.

La campagna è stata presentata a fine novembre dal prof. Andra Mingoli, responsabile della Chirurgia Politrauma - DAI Emergenza e Accettazione del Policlinico Umberto I di Roma, presenti numerose autorità tra le quali il viceministro della Salute Sileri e il presidente dell'Ordine dei Medici di Roma Magi.

Si conferma così l'opportunità di dare ai cittadini le informazioni giuste - oltre che su come utilizzare un defibrillatore, effettuare un massaggio cardiaco, utilizzare la manovra di Heimlich in caso di soffocamento, sempre, s'intende, subito dopo avere chiamato o fatto chiamare i soccorsi -di insegnargli  la tecnica per fermare una copiosa perdita di sangue che in pochi minuti potrebbe portare alla morte della persona ferita.

Le emorragie dovute a trauma, di qualunque natura, rappresentano la principale causa delle morti evitabili, pari al 40% delle morti immediate. Si stima che il tempo medio per il dissanguamento vada dai 2 ai 5 minuti, mentre il primo soccorso medico, mediamente, arriva dopo 7 minuti. Le persone che si trovano sul luogo dell'evento possono fare la differenza, colmare questo gap.

L'obiettivo della campagna 'Stop the Bleed' è proprio quello di salvare vite attraverso un'adeguata formazione della popolazione.

'Stop the Bleed' propone corsi completamente gratuiti per formare istruttori, vale a dire personale medico e infermieristico, e 'laici':  dal personale che lavora in contesti pubblici come scuole, gruppi scout, vigili del fuoco, polizie municipali, ai cittadini, aziende o privati che ne facciano richiesta. L'obiettivo della campagna è ambizioso proprio perché è un dato certo che chiunque, non soltanto un professionista della salute, può salvare una vita in casi dove il tamponamento di una ferita con un qualsiasi pezzo di stoffa e la pressione delle mani può servire ad evitare il dissanguamento.

Tutte le informazioni sulla campagna 'Stop the Bleed Italy' sono sul sito della Società Italiana di Chirurgia d'Urgenza e Trauma http://www.sicut.net/, oppure sul sito https://www.stopthebleeditaly.org/

 







Pubblicato sul portale il: 04/12/2019 13:41:00
Ultima modifica: 04/12/2019 13:43:17
Autore: Daniele Romeo


Torna indietro