Benvenuti nel sito del Policlinico di Roma Umberto I
Vai direttamente al contenuto
Umberto I - Policlinico di Roma - Accesso Area Intranet

Pago Pa

Referti online

06 9939 Nuovo numero servizio RECUP

Giornata europea del Numero Unico dell'Emergenza 112

Fase 2: le Istituzioni in campo per l’Attivazione dello screening sierologico Covid-19

La Regione Lazio ha disposto di effettuare un'indagine di siero prevalenza su tutti gli operatori del sistema sanitario. Il Policlinico Umberto I, al fine di facilitare l'esecuzione del test, ha previsto diversi punti prelievo all'interno dell'Azienda, ciascuno dedicato ad un sottogruppo specifico di lavoratori, individuati in base alla sede di svolgimento della propria atttività. L'indagine consiste nell'effettuazione di un prelievo venoso, sul quale verranno applicati test sierologici rivolti all'identificazione di anticorpi diretti verso il virus SARS- Cov-2. Qualora il test risultasse positivo, il lavoratore verà sottoposto al tampone nasofaringeo per la ricerca del virus. Contemporaneamente sul territorio, 550 volontari e operatori della Croce Rossa (Cri), effettueranno  circa 190mila chiamate rivolte ai cittadini, per arrivare a garantire un campione statisticamente valido. Anche in questo caso l'adesione all'indagine è individuale e volontaria, ma è importante che le persone, inserite nel campione casuale, diano il loro consenso, perché è un bene per se stessi e per l'intera comunità. L'obiettivo dell'indagine è capire quante persone hanno sviluppato gli anticorpi al Coronavirus, anche in assenza di sintomi. Attraverso le informazioni ottenute si potrà fare una stima di dimensioni e estensione dell'infezione e descriverne la frequenza in relazione ad alcuni fattori quali sesso, età, regione di appartenenza, attività lavorativa. Tutto questo sarà utile per pianificare le prossime fasi, per indirizzare politiche a livello nazionale o regionale e per modulare le misure di contenimento del contagio. 

 









Pubblicato sul portale il: 12/05/2020 11:16:55
Ultima modifica: 12/05/2020 11:31:53
Autore: cinzia pignattoni


Torna indietro